Bilancio di sostenibilità: i numeri del Gse

7 Agosto 2019 DALLA RETE
Bilancio di sostenibilità: i numeri del Gse

Bilancio di sostenibilità, l’impegno Gse per la cultura dell’efficienza

Oltre 4.200 studenti coinvolti in un progetto finalizzato a scoprire i principi dell’efficienza e le potenzialità delle rinnovabili; 68 enti locali virtuosi premiati con “Una targa per l’efficienza”; un impegno che ha portato alla riduzione di tre tonnellate nella produzione di rifiuti. Sono numeri che raccontano come l’attività di Gse, il Gestore dei Servizi Energetici, non si limiti all’ambito amministrativo di erogazione e contabilizzazione di incentivi. Si spinge a un più generale impegno per la promozione di stili di cultura del risparmio, dell’efficienza e di attenzione all’ambiente. Tutto ciò è raccontato nel Bilancio di sostenibilità 2018, il nono pubblicato dal Gse.

IL PROGETTO SCUOLE

Il Gestore si è dotato di un codice etico in cui centrali sono gli obiettivi dell’Agenda 2030 e i 10 principi del Global Compact delle Nazioni Unite. Da questo impianto valoriale nasce, ad esempio, il progetto scuole, che lo scorso anno ha coinvolto più di 40 istituti in tutto il territorio nazionale. Una serie di incontri incentrati su rinnovabili ed efficienza, ma senza tralasciare tematiche legate al cambiamento climatico e allo sviluppo sostenibile. A sostegno di questo progetto di sensibilizzazione, il Gse ha pubblica la guida “A scuola di energia”, che da quest’anno ha ampliato lo spettro delle tematiche trattate anche all’Agenda 2030 e all’economia circolare.

IL SUPPORTO AGLI ENTI LOCALI

Fondamentale è poi la mission istituzionale del Gse, di supporto alla Pubblica Amministrazione nel percorso di sostenibilità energetica e conseguente riduzione delle emissioni climalteranti. Sono più di 1.500 gli enti pubblici che beneficiano del servizio di supporto del Gse per la PA. Il 90% sono enti locali, tra cui grandi città come Milano, Roma, Palermo, Cagliari. Il Gse ha strutturato un percorso di accompagnamento verso la “rivoluzione sostenibile” dei territori: la riqualificazione energetica degli edifici pubblici viene vista anche come valido stimolo per le comunità locali.

Ha inoltre attivato collaborazioni con quegli enti che gestiscono linee di finanziamento indirizzate alla PA. Tra queste, bisogna ricordare la collaborazione con il Miur. Obiettivo: sfruttare al meglio il meccanismo del Conto Termico (incentivo in conto capitale per interventi su efficienza e impiantistica) e la programmazione edilizia scolastica per il triennio 2018-2020. Oltre un miliardo verrà erogato a Comuni e Province per interventi di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza e adeguamento sismico delle scuole pubbliche.

LE ATTIVITÀ DI RICERCA

Il Bilancio di sostenibilità del Gse dedica spazio anche alla ricerca, attività portata avanti dalla controllata Rse-Ricerca sistema energetico, impegnata soprattutto su progetti strategici nazionali finanziati dal Fondo per la Ricerca di Sistema. Le attività della Società coprono l’intera filiera elettro-energetica e riguardano, principalmente: lo studio delle condizioni tecniche, economiche e organizzative per lo sviluppo sostenibile del sistema elettrico italiano; lo studio dell’impiego efficiente e sicuro delle fonti primarie; lo studio della produzione, il trasporto, la distribuzione e l’utilizzo efficiente dell’energia negli usi finali. Nel corso sono stati più di 80 i progetti di ricerca europei seguiti dal Gse.

LA RIDUZIONE DI RIFIUTI ED EMISSIONI

Infine, c’è da sottolineare l’impegno profuso all’interno della struttura per migliorare le proprie performance dal punto di vista ambientale. Tramite un’azione di sensibilizzazione sul tema del riciclo, il Gse è riuscito a ridurre di tre tonnellate la produzione di rifiuti, scendendo a 28 tonnellate annue complessive. Le emissioni di CO2 relative ai trasporti per i servizi sono invece calate del 20,5%.

Il bilancio è disponibile a questo link.

A proposito dell'autore

La redazione di RES Magazine è composta da giornalisti esperti di tematiche energetiche e ambientali e si avvale della consulenza di ricercatori e professionisti impegnati nel settore della ricerca di sistema per il sistema elettrico nazionale.

Articoli correlati