Batterie di nuova generazione: l’Italia corre con l’Europa

4 febbraio 2019 MOBILITÀ , NEWS
Batterie di nuova generazione: l’Italia corre con l’Europa

Nuovo bando della Commissione Europea per produrre batterie di nuova generazione

La transizione energetica presenta sempre nuove sfide all’industria elettrica e dell’automotive. E le batterie costituiscono la nuova frontiera della ricerca. A fine gennaio la Commissione europea ha lanciato un bando per lo sviluppo di progetti per produrre una nuova generazione di batterie. Nell’ambito del programma Horizon 2020 la Commissione ha pubblicato un invito a presentare progetti fino al prossimo 25 aprile. In palio ci sono 114 milioni di euro.

BATTERIE: NUOVO BANDO HORIZON PER SETTE AREE DI RICERCA

Sette le aree individuate: batterie a stato solido per veicoli elettrici (25 milioni), materiali per batterie non automobilistiche (24 milioni), sviluppo della batteria Redox Flow (5 milioni), batterie advanced Redox Flow (15 milioni), celle avanzate agli ioni di litio (generazione 3b, 30 milioni), materiali per le celle a ioni di litio (13 milioni), celle agli ioni di litio (2 milioni). La decisione finale su quali progetti riceveranno i finanziamenti sarà presa entro la fine di settembre.

L’INIZIATIVA DEL MISE E LA PARTNERSHIP EUROPEA

Anche in Italia il governo considera prioritario sviluppare un’offerta industriale nel settore, sia per la mobilità che per le applicazioni fisse. Il progetto industriale potrebbe rivestire inoltre le caratteristiche di “un importante progetto di comune interesse europeo (IPCEI, Important Projects of Common EuropeanInterest )”. Per raggiungere i risultati attesi, il ministero dello Sviluppo Economico, in parallelo con diversi altri Paesi europei, lancia alle aziende un invito a una manifestazione di interesse, con l’obiettivo di identificare quelle che potrebbero partecipare a questo primo grande progetto riguardante la progettazione e la produzione in Europa di celle e moduli batteria innovativi e rispettosi dell’ambiente, con partner di altri Stati membri. L’invito si chiuderà il 28 febbraio 2019.

Tra le caratteristiche richieste, l’azienda deve far parte della catena del valore (dalla produzione delle materie prime necessarie per la fabbricazione dei vari componenti della cella al riciclaggio delle batterie) per una produzione industriale innovativa e rispettosa dell’ambiente di celle e moduli di batterie in Europa. Inoltre deve avere un progetto d’investimento in Italia come parte del progetto.

In particolare, il progetto tecnico riguarderà congiuntamente la R&S e la prima fase di sviluppo industriale di nuove tecnologie nell’ambito dell’IPCEI integrate nella produzione di celle e moduli di batterie, e più in particolare di batterie agli ioni di litio. Infine, da un lato il progetto tecnico deve presentare forti innovazioni rispetto allo stato dell’arte mondiale nel settore, dall’altro l’impresa deve impegnarsi a diffondere le nuove conoscenze acquisite nell’ambito dell’opera finanziata al di là dei suoi clienti e fornitori. Quanto all’IPCEI, il forum strategico deve consentire un’ampia diffusione delle conoscenze acquisite, diffusione che avverrà al di fuori dei partner del progetto in tutta l’Unione europea. I risultati protetti da titoli o diritti di proprietà intellettuale saranno diffusi a condizioni di mercato eque, ragionevoli e non discriminatorie.

BATTERIE PER AUTO ELETTRICHE: 500 MILIONI DA BERLINO

Infine il governo di Berlino ha stanziato un fondo di 500 milioni di euro per la ricerca nel settore delle batterie per auto elettriche. Ad annunciare la creazione di un fondo ad hoc per lo sviluppo del knowhow per il settore dell’automotive è stata il ministro delle Scienze di Berlino, Anja Karliczek. “L’industria automobilistica tedesca non dovrebbe dipendere dai fornitori asiatici – ha detto Karliczek – questa non è solo una questione di indipendenza, ma riguarda anche il mantenere l’economia tedesca competitiva”. Al recente World Economic Forum di Davos, la cancelliera Angela Merkel ha auspicato la creazione di un’industria europea delle batterie per auto elettriche.

Batterie di nuova generazione: l’Italia corre con l’Europa ultima modifica: 2019-02-04T17:27:02+00:00 da Goffredo Galeazzi

Articoli correlati

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!