Ricerca: dal Miur bando da 497 milioni. Fondi anche per l’energia

19 luglio 2017 NEWS , POLICIES
Ricerca: dal Miur bando da 497 milioni. Fondi anche per l’energia

Ammonta a 497 milioni di euro l’investimento complessivo previsto dal nuovo bando del Miur per finanziare progetti di ricerca sperimentale e sviluppo industriale nelle 12 aree individuate dal Programma nazionale della ricerca presentato lo scorso anno. Tra queste anche l’energia, cui vanno 29,5 milioni di euro. Gli altri settori interessati sono l’Aerospazio, l’Agrifood, Blue growth, Chimica verde, Cultural heritage, Design, creatività e made in Italy, Mobilità sostenibile, Fabbrica intelligente, Salute, Secure and inclusive communities e Tecnologie per gli ambienti di vita.

RICERCA: LA COLLABORAZIONE TRA PUBBLICO E PRIVATO

Il bando è indirizzato a imprese private ma anche a università e a centri di ricerca pubblica. Uno degli obiettivi del bando è infatti proprio quello di stimolare la collaborazione pubblico-privato nella ricerca su tematiche considerate di interesse strategico per il Paese. “L’obiettivo principale di questo investimento – ha dichiarato la ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli – è incentivare le collaborazioni fra pubblico e privato promuovendo la creazione di reti per la ricerca, di filiere nazionali che siano coerenti con le dodici aree di specializzazione intelligente scelte a livello nazionale”

327 milioni arrivano dal Programma operativo nazionale  “Ricerca e Innovazione” 2014-2020. I restanti 170 milioni dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Oltre 390 milioni sono destinati a progetti di ricerca da realizzare nelle regioni del Mezzogiorno (aree meno sviluppate e regioni “in transizione”).

ENERGIA: EFFICIENZA, RINNOVABILI E SMART GRID

Per quanto riguarda l’energia “l’Area – si legge nel bando – fa riferimento a componenti, tecnologie e sistemi innovativi per la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione, in una logica di gestione efficiente, di energie sostenibili e a basso contenuto di CO2 nonché di efficientamento energetico e della loro integrazione con fonti tradizionali e distribuite secondo i principi di energy saving e energy reduction; alla produzione, stoccaggio e gestione distribuita di energia elettrica e termica secondo il concetto di smart grids; a sistemi e tecnologie per il water e il waste treatment”.

Ogni progetto potrà accedere a un finanziamento da un minimo di 3 a un massimo di 10 milioni di euro. Capacità di realizzazione delle iniziative, ampiezza del partenariato pubblico-privato, originalità e utilità del progetto, impatto in termini di risultati e ricadute sul territorio del Mezzogiorno saranno i criteri di base per valutare le proposte progettuali.

Le domande  potranno essere presentate tramite i servizi dello sportello telematico SIRIO, a partire dalle ore 12.00 del 27 luglio 2017 e fino alle ore 12.00 del 9 novembre 2017. Scarica e leggi il bando.

Ricerca: dal Miur bando da 497 milioni. Fondi anche per l’energia ultima modifica: 2017-07-19T09:46:25+00:00 da Redazione

Articoli correlati