Interplan: il progetto UE per una rete europea integrata

3 Luglio 2017 NEWS , SMART ENERGY
Interplan: il progetto UE per una rete europea integrata

Lo sviluppo di un sistema elettrico integrato europeo è tra gli obiettivi delle politiche energetiche comunitarie. Per raggiungere questo obiettivo bisogna capire come far dialogare e interconnettere le reti nazionali e come garantirne stabilità e sicurezza in presenza di una sempre maggiore generazione distribuita e livelli differenziati ma crescenti di fonti rinnovabili. In questo solco si inserisce il progetto internazionale Interplan, INTEgrated opeRation PLANning tool towards the Pan-European Network, che si prefigge di realizzare su scala europea un database di modelli di reti elettriche rappresentative delle possibili configurazioni di rete e delle loro interconnessioni, per studiare le problematiche di gestione delle reti di trasmissione e di distribuzione e delle relative interfacce.

INTERPLAN: NUOVE METODOLOGIE DI CONTROLLO PER GARANTIRE SICUREZZA RETE

Interplan mira a mettere in campo delle innovative metodologie di controllo che per garantire la stabilità e la sicurezza operino in modo “integrato” sui diversi livelli di tensione, partendo dalle reti in alta e altissima tensione, passando per quelle in media e bassa, fino ad arrivare agli utenti finali.

Finanziato con circa 3 milioni di euro nell’ambito della Call europea dedicata all’integrazione del sistema energetico europeo, il progetto Interplan vede l’ENEA coordinare una compagine d centri di ricerca d’eccellenza che comprende l’AIT, l’Austrian Institue of Technology,  la rete di laboratori DERlab specializzata nella “distributed energy”, il centro di ricerca FOSS dell’Università di Cipro, il Fraunhofer Institute e l’istituto di ricerca polacco IEN.

ATTENZIONE A GENERAZIONE DISTRIBUITA E RINNOVABILI

Interplan quindi vuole studiare le reti esistenti, le loro modalità di interconnessione e migliorarne la gestione e il controllo. E la flessibilità “mediante sistemi di accumulo elettrico e tecniche di demand response”, come spiega Giorgio Graditi, responsabile del Laboratorio ENEA “Sistemi Fotovoltaici e Smart Grid” e coordinatore del progetto.

Interplan, aggiunge Graditi in una nota, “consentirà inoltre ad ENEA di rafforzare il proprio ruolo nella ricerca in campo energetico a livello europeo, con particolare riferimento allo sviluppo e realizzazione di strumenti di gestione delle reti elettriche intelligenti, in presenza di generazione distribuita e con elevati livelli di penetrazione di energia rinnovabile”.

 

A proposito dell'autore

La redazione di RES Magazine è composta da giornalisti esperti di tematiche energetiche e ambientali e si avvale della consulenza di ricercatori e professionisti impegnati nel settore della ricerca di sistema per il sistema elettrico nazionale.

Articoli correlati