Sicurezza rete, le nuove minacce: dai fenomeni climatici estremi agli attacchi informatici

8 marzo 2017 IN PRIMO PIANO
Sicurezza rete, le nuove minacce: dai fenomeni climatici estremi agli attacchi informatici

La sicurezza della rete elettrica è, semplificando, la capacità di garantire l’integrità della rete e il suo corretto funzionamento in presenza di fenomeni critici. In questo nuovo approfondimento di RES magazine, abbiamo pensato di raccontare e analizzare quelle che alcune notizie recenti hanno dimostrato essere le più preoccupanti minacce: da un lato, i fenomeni climatici estremi, sempre più frequenti a causa del cambiamento climatico e potenzialmente devastanti per le infrastrutture fisiche; dall’altro, le vulnerabilità nella comunicazione digitale, che comportano rischi sempre più concreti mano a mano che l’Ict diviene sempre più pervasivo anche nel settore dell’energia.

TEMPERATURE PIÙ ALTE E NEVE PIÙ PESANTE: I RISCHI PER LA RETE ELETTRICA
CYBER SECURITY: I GANGLI PIÙ SENSIBILI DELLA RETE ELETTRICA
SICUREZZA INFORMATICA NELLA RETE ELETTRICA: DALLE CYBERWAR AI RISCHI PER LA PRIVACY

Lo abbiamo visto lo scorso gennaio con le nevicate del centro Italia e la tragica concomitanza con i fenomeni sismici: sono stati circa 150.000 gli utenti rimasti senza corrente elettrica e riscaldamento, in parte anche per più di una settimana. E l’impatto di queste nevicate sta aumentando, come ci ha spiegato Pietro Marcacci, ricercatore RSE e responsabile del Laboratorio di misure meteorologiche e della Stazione sperimentale Wild. Siamo in presenza di temperature più alte con neve più acquosa e più pesante: “il peso eccessivo della neve addensata su un conduttore può provocarne la rottura. Ed è un danno che va evitato sia per il disservizio che provoca sia per i costi che comporta. Per questo abbiamo creato due filoni di ricerca: uno in direzione dell’aumento della capacità di previsione, l’altro in direzione della mitigazione del rischio”.

L’integrità della rete è da sempre un tema cruciale. La sperimentazione sui sistemi HVDC portata avanti da Enea dimostra l’impegno per tecnologie di trasmissione più stabili e sicure. Ma questi sforzi rischiano di essere compromessi da eventuali vulnerabilità sulle comunicazioni digitali.
Oggi, l’altra grande minaccia per la rete viene, senza dubbio, dalla sicurezza informatica. Nel dicembre 2015, 700.000 persone nella regione di Ivano-Frankivs’k, nel nord-ovest dell’Ucraina, sono rimaste al buio per sei ore. La causa più probabile del blackout è un attacco informatico: sulla rete è stato trovato un software malevole, identificato come BlackEnergy e già in passato usato per operazioni simili. L’attacco ha avuto il tempo di svilupparsi e organizzarsi, come dimostra il fatto che contemporaneamente ci sia stata un’aggressione di tipo “denial of service” al sistema telefonico e la presenza di un malware che ha impedito ai tecnici di rilevare l’attacco. Il vettore per l’intrusione sarebbe stato un foglio Excel infetto.

Quali sono i gangli più sensibili a questo tipo di azioni? “Sicuramente la generazione distribuita ma anche le utenze industriali o residenziali di larga taglia che hanno bisogno di comunicare con le infrastrutture di gestione e controllo della flessibilità della generazione e della domanda di energia”, spiega Giovanna Dondossola, del Dipartimento Tecnologie di Trasmissione e Distribuzione di RSE. Senza necessariamente tratteggiare scenari da cyberwarfare, i rischi sono concreti: “Con le nuove tipologie di smart meter elettronici – sottolinea Raffaele Bruno, dell’Istituto di Informatica e Telematica del CNR – è sempre più possibile avere informazioni sulla presenza di individui in una casa e capire cosa stanno facendo semplicemente analizzando i consumi. I rischi riguardano anche il nostro piccolo, la nostra quotidianità”. Dalla security alla safety, dalla sicurezza delle reti a quella delle persone.

Sicurezza rete, le nuove minacce: dai fenomeni climatici estremi agli attacchi informatici ultima modifica: 2017-03-08T16:44:45+00:00 da Redazione

Articoli correlati