Progetto SDG: a Brescia un quartiere 100% smart

6 ottobre 2015 IN PRIMO PIANO
Progetto SDG: a Brescia un quartiere 100% smart

21 famiglie coinvolte in una vera e propria smart grid

Reti di distribuzione elettrica più flessibili, elettrodomestici intelligenti e utenti consapevoli e attenti ai consumi. Sono questi gli ingredienti del progetto Smart Domo Grid, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito della Ricerca di Sistema nel settore elettrico, e realizzato a Brescia da A2A Reti Elettriche, il Dipartimento Energia del Politecnico di Milano e Whirlpool.

Il progetto, che si è concluso nel marzo 2015, ha coinvolto 21 famiglie del quartiere Violino, 15 delle quali alimentate anche da impianti fotovoltaici. Ciascuna abitazione è stata dotata di elettrodomestici connessi, gestibili da remoto (frigorifero, lavatrice e lavastoviglie), smart Meter di ultima generazione e tablet per i quali è stata sviluppata un’applicazione di Domestic Energy Management System.

Si è trattato di una sperimentazione unica nel suo genere, la prima di questo tipo in Italia. Molti i vantaggi per gli utenti a partire dalla possibilità di monitorare da remoto, tramite device elettronici, i propri consumi, lo storage (tecnologie di accumulo), la produzione da fotovoltaico e lo stato degli elettrodomestici. Il monitoraggio permette di conseguenza di pianificare l’utilizzo degli elettrodomestici nella fascia oraria più conveniente e di gestire i sovraccarichi della rete domestica grazie a un sistema di alert.

D’altro canto non mancano i “punti di forza” per il distributore che, grazie a una piattaforma informatica installata nella cabina secondaria, può controllare in tempo reale i flussi energetici della rete in bassa tensione e quindi prevedere (ed evitare) congestioni richiedendo agli utenti di programmare l’utilizzo degli elettrodomestici nei momenti di minor domanda. Il distributore è anche in grado di migliorare la qualità della tensione tramite l’utilizzo di sistemi di potenza in cabina secondaria coordinati con gli storage delle utenze.

In una simile configurazione tecnologica inoltre è possibile implementare un sistema di tariffazione più modulare, con più opzioni rispetto alla semplice fascia bioraria, e Smart Domo Grid ha previsto una simulazione con i risparmi in bolletta che ne deriverebbero.

Progetto SDG: a Brescia un quartiere 100% smart ultima modifica: 2015-10-06T16:26:39+00:00 da Redazione

Articoli correlati