Innovazione: banco di prova per le utilities

25 giugno 2014 IN PRIMO PIANO
Innovazione: banco di prova per le utilities

Produzione decentrata, domotica, Ict: il sistema elettrico cambia e le aziende si preparano ad affrontare la nuova fase.

Si dice che il mercato elettrico sia in crisi. E questa è una parte della verità. L’altra parte è che questa crisi rappresenta anche una grande opportunità di sviluppo di nuove tecnologie che non possono prescindere da una ricerca capace di cogliere le esigenze legate agli umori del mercato, ai diversi stili di vita, alle necessità di funzionamento di una società digitale avanzata. Si è aperta una nuova corsa verso l’innovazione e chi riuscirà a conquistare una posizione di testa otterrà benefici che avranno ricadute sull’intero sistema produttivo.

La crisi del sistema elettrico non è dunque legata solo a una contrazione della domanda determinata dall’andamento generale dell’economia: accompagna anche una mutazione profonda della società. La proliferazione di piccoli e piccolissimi impianti di produzione (650 mila quelli fotovoltaici sui tetti delle case), la diffusione della domotica, la nascita di nuovi software che consentono l’ottimizzazione dei consumi, lo sviluppo sempre più veloce dei sistemi di accumulo hanno cambiato la maniera di produrre energia imponendo una nuova filosofia di sviluppo basata sulla qualità, sull’efficienza, sulla pluralità delle fonti, su un’innovazione continua che richiede ricerca di sistema in grado di integrare le varie tecnologie.

Anche le utilities fanno i conti con il cambiamento. Da una parte scommettono sulle smartgrid e provano a lavorare in sinergia con i progetti di smartcities. Dall’altra puntano su nuovi mercati elettrici, a cominciare da quello della mobilità. E in questa direzione incontrano gli sforzi europei per abbassare il livello di inquinamento urbano, diminuire le emissioni serra, aumentare l’efficienza, diminuire la dipendenza dai combustibili fossili. Le due interviste che proponiamo – quella con il senior advisor di Federutility Adolfo Spaziani e quella con il direttore del Dipartimento Tecnologie per la Trasmissione e Distribuzione di RSE Michele De Nigris – consentono di approfondire i percorsi che si stanno aprendo.

Innovazione: banco di prova per le utilities ultima modifica: 2014-06-25T16:03:41+00:00 da Simonetta Lombardo

Articoli correlati