Veicoli elettrici: si parte?

14 marzo 2014 IN PRIMO PIANO
Veicoli elettrici: si parte?

Crescono attenzione e risorse. Ma la strada verso una mobilità intelligente è ancora lunga e impervia

Se guardiamo indietro, emerge il pessimismo perché i ripetuti annunci a vuoto fanno temere un’altra falsa partenza. Ma se guardiamo avanti, scopriamo che con buona probabilità per l’auto con la spina, in linea con le prospettive aperte dalla corsa verso le smartgrid, questa può essere la volta buona. Tutti gli approfondimenti all’interno di questo focus di Res magazine– dal parere dell’Enea a quello dei centri di ricerca – vanno in direzione di una crescita di attenzione e di risorse attorno agli autoveicoli elettrici e ibridi.

Particolarmente interessante il quadro che emerge dalla monografia E… muoviti! Mobilità elettrica a sistema curata dal dipartimento “Sviluppo dei sistemi energetici” di RSE: lo scenario al 2030 con 10 milioni di veicoli elettrici che danno un taglio all’inquinamento urbano e alleggeriscono l’import di energia primaria di 1,8 miliardi di euro è una prospettiva incoraggiante.

Non bisogna nascondersi però che la strada verso questo obiettivo è lunga e impervia. Per arrivare al traguardo sarà necessaria una grande mobilitazione della ricerca e del sistema produttivo, sostenuti da un quadro normativo lungimirante. I nodi da sciogliere restano infatti numerosi. Occorrono una decisa accelerazione nel miglioramento della capacità di accumulo delle batterie e dei tempi di ricarica. La creazione di una rete infrastrutturale in grado di dare fiducia a chi compra un veicolo elettrico e vuole essere sicuro di poter fare il pieno. L’inserimento dei mezzi con la spina in una visione avanzata della mobilità (più uso che possesso) e della rete elettrica (il passaggio della visione ad albero alla generazione diffusa).

Ma se le difficoltà sono serie, la necessità di superarla è ancora più seria. In palio ci sono la difesa della salute dei cittadini (secondo l’Agenzia europea dell’ambiente l’inquinamento atmosferico uccide mille persone al giorno in Europa), l’ammodernamento del sistema di trasporti, la realizzazione del progetto smart city, il rispetto degli obiettivi europei sul clima e sull’energia.

A cura della Redazione

Veicoli elettrici: si parte? ultima modifica: 2014-03-14T18:16:10+00:00 da Francesco Sellari

Articoli correlati