L’origine delle auto elettriche

14 marzo 2014 MOBILITÀ , NEWS
L’origine delle auto elettriche

Testo tratto dalla monografia E… muoviti! Mobilità elettrica a sistema curata da Giuseppe Mauri del Dipartimento “Sviluppo dei sistemi energetici” di RSE

“L’origine delle auto elettriche risale al 1836, ben prima dell’invenzione del motore a combustione interna. I veicoli e gli accumulatori furono migliorati nel 1881 permettendone una prima diffusione, assai significativa in Francia e Gran Bretagna a partire dalla fine del diciannovesimo secolo. L’America seguì subito dopo, con la prima applicazione commerciale su larga scala nel 1897, quando l’intera flotta dei taxi di New York era elettrica. Negli anni di transizione tra il Diciannovesimo e il Ventesimo secolo, le automobili erano disponibili in tre versioni: elettriche, a vapore e a benzina. Le automobili elettriche erano preferite rispetto alla concorrenza, essendo silenziose e senza vibrazioni. Non emettevano sgradevoli odori e, inoltre, non avevano nemmeno il cambio.

Tra il 1899 e il 1900, negli Stati Uniti le auto di tipo elettrico furono in assoluto le più vendute: il 1912 fu l’anno in cui si registrò la maggior produzione di veicoli elettrici, ma già dal 1920 una serie di fattori portò al declino delle richieste. La riduzione del prezzo della benzina conseguente alla scoperta di grandi giacimenti di petrolio nel Texas, l’invenzione dell’avviamento elettrico, la disponibilità di strade confortevoli di notevole lunghezza e la rilevante riduzione del costo dei motori a benzina per merito delle catene di montaggio ideate da Henry Ford, portarono ad una massiccia diffusione delle auto a combustione.

L’interesse per le auto elettriche da parte di consumatori e costruttori si ridestò tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta a fronte della nascente attenzione a una migliore qualità dell’aria (è di questo periodo il programma d’incentivazione Federal Clean Car Incentive Program USA, 1970) e al rapido e triplice innalzamento del prezzo del petrolio innescato dall’embargo dei Paesi OPEC e dalla Guerra dello Yom Kippur del 1973. Un vasto progetto di ricerca sulle auto elettriche e ibride, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di nuove tecnologie di trazione, accumulo e di componenti per i veicoli ibridi, fu finanziato dal Governo degli Stati Uniti a partire dal 1976. Tuttavia questo programma non raggiunse gli obiettivi prefissati di diffusione di veicoli e per questa ragione fu cancellato”.

L’origine delle auto elettriche ultima modifica: 2014-03-14T12:55:21+00:00 da Francesco Sellari

Articoli correlati